vecchie AAA e AA

Nimh..LiPo...LiIo.....ecc.....
Rispondi
f.f.
Messaggi: 140
Iscritto il: 20/09/2017, 8:13

vecchie AAA e AA

Messaggio da f.f. » 04/12/2017, 20:45

Ciao, ho delle vecchie AAA e AA da supermercato. Ogni tanto le carico e le uso in qualche telecomando o sveglia.

Se però il temecomando dopo 15 giorni non funge più, allora la batteria mi conviene gettarla (come si deve), direi.

Vorrei fare una selezione. Caricarle e poi quelle che arrivano a meno di 0,9v buttarle, ad esempio (ho visto che a 0,9/1v mi mandano avanti una sveglia per tanti mesi).

Che ne dite? qual è il limite minimo di tensione sotto il quale se non arrivano a caricarsi le butto? 0,9v? (sono uno che si affeziona)

grazie (non mi ingiuriate se trovate il comportamento un po' folle) :scimmia:

Avatar utente
start90a
Messaggi: 2991
Iscritto il: 27/09/2014, 10:58
Località: UD

Re: vecchie AAA e AA

Messaggio da start90a » 04/12/2017, 21:01

Innanzitutto il primo sospettato per me è il caticabatterie, sarebbe necessario conoscerne il modello.

Secondariamente, le batterie di solito si caricano comunque fino ad un certo livello. Ciò che ne differenzia le prestazioni sono più aspetti.
Secondo la mia esperienza a riguardo potrei riassumerle in una manciata:
- la tenuta della carica, cioè quanto rapidamente perdono tensione se lasciate a riposo dopo la ricarica;
- il livello a cui di stabilizzano dopo molti giorni i settimane;
- la caduta di tensione sotto carico, direttamente proporzionale alla resistenza interna della cella.

Non è così semplice e rapido, a meno di avere un analizzatore, stabilire in modo certo quali siano le celle peggiori pronte per essere riciclate.
Per assorbimento di telecomandi e altri aggeggi poco energivori personalmente valutare i solo i primi 2 punti.

f.f.
Messaggi: 140
Iscritto il: 20/09/2017, 8:13

Re: vecchie AAA e AA

Messaggio da f.f. » 04/12/2017, 21:49

start90a ha scritto:Innanzitutto il primo sospettato per me è il caticabatterie, sarebbe necessario conoscerne il modello.

Secondariamente, le batterie di solito si caricano comunque fino ad un certo livello. Ciò che ne differenzia le prestazioni sono più aspetti.
Secondo la mia esperienza a riguardo potrei riassumerle in una manciata:
- la tenuta della carica, cioè quanto rapidamente perdono tensione se lasciate a riposo dopo la ricarica;
- il livello a cui di stabilizzano dopo molti giorni i settimane;
- la caduta di tensione sotto carico, direttamente proporzionale alla resistenza interna della cella.

Non è così semplice e rapido, a meno di avere un analizzatore, stabilire in modo certo quali siano le celle peggiori pronte per essere riciclate.
Per assorbimento di telecomandi e altri aggeggi poco energivori personalmente valutare i solo i primi 2 punti.
grazie. sì sono state caricate per anni con un carichino economico come loro... ora vedono solo il nitecore i4

Avatar utente
P.P.
Messaggi: 19696
Iscritto il: 15/12/2011, 19:05

Re: vecchie AAA e AA

Messaggio da P.P. » 05/12/2017, 9:31

Quoto anch'io :hicri: .
...Sentire la luce scorrere nelle proprie vene...

Rispondi