Ecco come le torce potranno essere d'aiuto contro il Coronavirus

Parliamo qui di torce Inc e Led
Avatar utente
lock
Messaggi: 1699
Iscritto il: 05/03/2015, 14:33

Ecco come le torce potranno essere d'aiuto contro il Coronavirus

Messaggio da lock » 17/03/2020, 11:28

girando su instagram mi sn imbattuto in questo post...sembra che banggood si prepari a produrre torce UV che permettano di disinfettare le superfici...Si tratta di 3 modelli Astrolux che noi tutti già conosciamo e che verranno equipaggiati con LED adatti a tale scopo...

Immagine

voi cosa ne pensate...possono davvero tornare utili...?

Inviato dal mio MI 8 utilizzando Tapatalk


Avatar utente
Steve1960
Messaggi: 3348
Iscritto il: 31/10/2015, 14:59
Località: Roma

Re: Ecco come le torce potranno essere d'aiuto contro il Coronavirus

Messaggio da Steve1960 » 17/03/2020, 20:36

A dire la verità mi sembra che la luce UV in generale faccia "qualcosa" a virus e batteri, ovviamente crea problemi pure ai cristiani, da qua la necessità di usare gli UV C che viaggiano appena sotto i 280 nanometri, restano comunque efficaci, senza però le controindicazioni verso le persone, o almeno ne hanno sicuramente meno dei UV A e UV B che "lavorano" a frequenze superiori, quindi ritengo con il beneficio dell'inventario, che qualsiasi torcia "seria" dotata di un led che emetta vera luce UV possa essere usata a tale scopo, ovviamente con cognizione di causa, non è che adesso chi ce l'ha, comincia a sparaflashare a destra e manca, magari in faccia alla gente, la butto lì ma proprio buttata, niente di sicuro non ho riscontri scientifici per affermarlo con certezza, un uso per esempio potrebbe essere disinfettare la suola delle scarpe prima di entrare in casa o le buste della spesa prima di appoggiarle sul tavolino di casa, comunque esistono già in commercio molti dispositivi UV per disinfettare, se non ricordo male c'è anche un dispositivo a luce UV C per disinfettare i ciucci dei bambini o dispositivi per sanificare i cellulari, oppure per disinfettare attrezzi chirurgici e dentistici quindi non è una cosa campata per aria, gli UV non piacciono ai microrganismi.
Meglio una torcia oggi che il buio domani...

Avatar utente
Ugo da Norcia
Messaggi: 146
Iscritto il: 30/11/2019, 20:25
Località: Lumbard

Re: Ecco come le torce potranno essere d'aiuto contro il Coronavirus

Messaggio da Ugo da Norcia » 17/03/2020, 20:44

Per quel che ne so gli UV sterilizzano ma sono dannosi, infatti le lampade UV per disinfettare, ad esempio, gli utensili dei parrucchieri, coltelli da cucina, etc sono protette. Anche le lampade UV per acquari sono ben protette. Inoltre necessità un’esposizione di ore, non di certo qualche minuto o peggio secondo.

Non vorrei fosse l’ennesima novità per babbiani.
"si ripaga male un maestro, se si rimane sempre scolari"

Avatar utente
Steve1960
Messaggi: 3348
Iscritto il: 31/10/2015, 14:59
Località: Roma

Re: Ecco come le torce potranno essere d'aiuto contro il Coronavirus

Messaggio da Steve1960 » 17/03/2020, 20:55

Io non so se sia una trovata per babbani comunque in questo articolo sulla veridicità del quale giudicate voi si parla di soli 5 minuti per disinfettare un bus, non è riportata la potenza dell'emissione UV ne come è fatto l'attrezzo quindi è tutto un per parlare, qui il link alla notizia... http://www.askanews.it/video/2020/03/13 ... _13484714/
Meglio una torcia oggi che il buio domani...

Avatar utente
Patch
Messaggi: 5354
Iscritto il: 22/10/2011, 2:37
Località: Torino

Re: Ecco come le torce potranno essere d'aiuto contro il Coronavirus

Messaggio da Patch » 17/03/2020, 22:09

Interessante. Seguo con interesse.

Ah, in che modo la luce UV di una torcia sarebbe dannosa ad un uomo?
⌛🏚️🕯️

Avatar utente
AlVescu
Messaggi: 1437
Iscritto il: 24/12/2018, 17:25
Località: Gattinara (VC)

Re: Ecco come le torce potranno essere d'aiuto contro il Coronavirus

Messaggio da AlVescu » 18/03/2020, 0:10

Ho affinato le mie conoscenze con alcune ricerche:
Esistono 2 tipi di radiazioni generalmente utilizzate per la sterilizzazione: le radiazioni ionizzanti e le radiazioni non ionizzanti. Le radiazioni ionizzanti sono radiazioni a onde corte e ad alta intensità per distruggere i microrganismi. Questa radiazione può essere sotto forma di raggi gamma o di raggi X (raggi gamma di bassa energia) che reagiscono con il DNA risultando in una cellula danneggiata.
Le radiazioni non ionizzanti, invece, utilizzano una lunghezza d’onda maggiore e una minore energia. Di conseguenza, le radiazioni non ionizzanti perdono la capacità di penetrare le sostanze e possono essere utilizzate solo per sterilizzare le superfici. La forma più comune di radiazioni non ionizzanti è la luce ultravioletta, che viene utilizzata in una varietà di modi nei servizi e nell’industria.
L’UV può essere separato in varie gamme, con gli UV a lunghezza d’onda corta (UV-C) che sono considerati un “germicida UV”, a differenza delle lunghezze d’onda più lunghe (UV-B) che producono, per esempio, scottature solari. A certe lunghezze d’onda, infatti, l’UV è mutageno per batteri, virus e altri microrganismi. In particolare a lunghezze d’onda intorno a 260-270 nm, l’UV rompe i legami molecolari all’interno del DNA dei microbi, producendo dimeri di timina che possono ucciderli o menomarli.

Immagine

Quando i microrganismi sono sottoposti a luce UV, il DNA cellulare assorbe l’energia di tali radiazioni mediante purine e basi pirimidiniche, e le molecole di timina adiacenti si uniscono. Le molecole di timina collegate non sono in grado di codificare l’adenina sulle molecole di RNA messaggero durante il processo di sintesi proteica. Inoltre, la replicazione del cromosoma nella fissione binaria è compromessa. L’organismo danneggiato non può più produrre proteine ​​critiche o riprodursi e muore rapidamente.
La luce ultravioletta è particolarmente efficace nell’inattivare i virus. Tuttavia, uccide molti meno batteri di quanto ci si potrebbe aspettare, a causa dei meccanismi di riparazione del DNA. Una volta riparato il DNA, nuove molecole di RNA e proteine ​​possono essere sintetizzate per sostituire le molecole danneggiate. Il grado di inattivazione per radiazione ultravioletta è direttamente correlato alla dose UV applicata. Il dosaggio è un prodotto dell’intensità della luce UV e del tempo di esposizione.
Uno dei principali svantaggi della luce ultravioletta (UV) come disinfettante è che la radiazione non è molto penetrante, quindi l’organismo da uccidere deve essere esposto direttamente ai raggi. Si tratta di microrganismi degni di nota nell’aria e presenti negli strati superiori del terreno, ma potrebbe non essere efficace contro tutte le spore batteriche. Pertanto, gli organismi protetti da solidi e da rivestimenti – come, ad esempio, carta, vetro e tessuti – non sono interessati dalla distruzione.
Un altro potenziale problema è che la luce UV-C può danneggiare gli occhi umani e un’esposizione prolungata può causare ustioni e cancro della pelle. In particolare, può causare danni nelle cellule della pelle umana e danni permanenti agli occhi, fino a includere la cecità. I raggi UV-C, in particolare, possono danneggiare la retina dell’occhio. Per evitare l’irradiazione degli esseri umani, pertanto, le luci UV-C andrebbero accese quando non ci sono persone nelle vicinanze, se non adeguatamente protette.
Un ulteriore potenziale pericolo è la produzione UV di ozono, che può essere dannoso per la salute. L’Agenzia per la protezione ambientale degli Stati Uniti ha fissato 0,05 parti per milione (ppm) di ozono come un livello sicuro. Le lampade progettate per il rilascio di UV-C e frequenze più alte vengono drogate in modo tale che nessuna luce UV al di sotto di 254 nm di lunghezza d’onda venga rilasciata, per ridurre al minimo la produzione di ozono. Una lampada a spettro più ampio, invece, rilascerà tutte le lunghezze d’onda UV e produrrà ozono quando l’UV-C colpirà le molecole di ossigeno (O2).Sarebbe quindi bene che la lampada o torcia per disinfettare, produca esclusivamente raggi UV-C.
La radiazione UV-C è in grado di abbattere i legami chimici. Ciò comporta un rapido invecchiamento di plastica, isolanti, guarnizioni e altri materiali. Le materie plastiche vendute come “resistenti ai raggi UV” sono testate solo per gli UV-B, poiché gli UV-C non raggiungono normalmente la superficie della Terra. Quando l’UV-C viene utilizzato vicino a plastica, gomma o isolanti, è necessario prestare attenzione per proteggere questi oggetti: del nastro metallico o foglio di alluminio sarà sufficiente.
Le nostre torce (almeno quelle che ho io) irradiano UV-A.
Mi piacerebbe comprendere meglio come lavorano le Astrolux in questione.

Avatar utente
Patch
Messaggi: 5354
Iscritto il: 22/10/2011, 2:37
Località: Torino

Re: Ecco come le torce potranno essere d'aiuto contro il Coronavirus

Messaggio da Patch » 18/03/2020, 1:09

Grazie per l'ottima spiegazione Al.
A mio parere i casi sono due: quelli di Banggood hanno buone intenzioni ma sono ingenui il loro prodotto sarà inutile, oppure fanno i furbi e il risultato sarà il medesimo. Difficilmente metterebbero in commercio un prodotto che potenzialmente rovina le superfici e soprattutto può rendere ciechi o malati di cancro. Anche se lo facessero trovo impossibile che riuscirebbero a mettere il marchio CE.
⌛🏚️🕯️

Avatar utente
Bullmaster
Messaggi: 288
Iscritto il: 09/12/2019, 19:12
Località: Roma

Re: Ecco come le torce potranno essere d'aiuto contro il Coronavirus

Messaggio da Bullmaster » 18/03/2020, 6:49

Patch ha scritto:
18/03/2020, 1:09
Grazie per l'ottima spiegazione Al.
A mio parere i casi sono due: quelli di Banggood hanno buone intenzioni ma sono ingenui il loro prodotto sarà inutile, oppure fanno i furbi e il risultato sarà il medesimo. Difficilmente metterebbero in commercio un prodotto che potenzialmente rovina le superfici e soprattutto può rendere ciechi o malati di cancro. Anche se lo facessero trovo impossibile che riuscirebbero a mettere il marchio CE.
Concordo in pieno, secondo me potrebbe essere un'ottima soluzione per personale specializzato e adeguatamente protetto(es. occhiali con filtri adatti).
Per i privati forse sarebbero più i rischi che i benefici.
Che poi le vendano su BG non mi meraviglierebbe visto che si può trovare una marea di roba illegale e non sicura (vedi laser con potenze eccessive, ecc). Tuttavia farei attenzione a queste soluzioni fai da te, sopratutto in presenza di altre persone o animali.

Saluti! ;)
Olight: M2X-UT Javelot, M2R Warrior, Perun, S1R Baton II, PL-mini2 Valkyrie, i5T, i3UV eos, i1R2 eos, Imalent MS03W, Astrolux MF04, MF02, A02, Manker E03H, Inova X5, Maglite 2D(Led), Led Lenser K1, Sofirn C8F, SD01, SD05, Wuben H1, C3.

Avatar utente
Mrmm83
Messaggi: 285
Iscritto il: 29/11/2019, 12:10

Re: Ecco come le torce potranno essere d'aiuto contro il Coronavirus

Messaggio da Mrmm83 » 18/03/2020, 8:18

Ancora ad oggi non ho visto niente e nessuno che le usa contro il Coronavirus o in generale per avere della sicurezza in più, in TV e sul web vediamo tutto tranne che torce UV... Ho grossi dubbi al riguardo. Buona giornata a tutti

Inviato dal mio Armor_6E utilizzando Tapatalk


Avatar utente
Steve1960
Messaggi: 3348
Iscritto il: 31/10/2015, 14:59
Località: Roma

Re: Ecco come le torce potranno essere d'aiuto contro il Coronavirus

Messaggio da Steve1960 » 18/03/2020, 17:22

Inserendo una ricerca su Amazon con il tag "lampada uv germicida" escono fuori mille mila risultati cliccare sul link per verificarlo...
https://www.amazon.it/s?k=lampada+uv+ge ... ss_sc_3_11
Quelle veramente "più o meno" efficaci, sono quelle che emettono nella frequenza UV "ottimale", il resto è fuffa, come le tante torce UV "spacciate" come tali e che emettono una luce pseudo violetta al di sopra delle frequenze dell'UV...
Che le torce UV, quelle "vere", devono essere utilizzate da persone esperte, per scopi scientifici non è una novità, per questo esistono in commercio DPI idonei allo scopo…
Il fatto che in TV non si vede gente che usa l'UV per disinfettare è normale, visto che l'UV è invisibile, ma poi che senso avrebbero video del genere, dove fai vedere uno che va in giro con una torcetta che emette una flebilissima luce violetta appena percepibile nell'oscurità, quasi nulla di giorno, ripeto quelle che si vedono non sono UV, sono lumotti tinti di viola, che con le vere torce UV hanno poco a che spartire...
Riguardo la questione della legalità o meno degli articoli venduti online oltre la frontiera Italiana e/o Europea, è un problema di chi acquista non di chi vende, per ipotesi in un paese straniero le potenze ammesse per la vendita di emettitori di raggi laser è 5 volte superiore a quella ammessa in Italia, quindi il venditore è libero di vendere nel suo paese emettitori che rientrano nella "loro" norma, da noi l'oggetto in questione eccede la "norma" quindi può essere acquistato (mossa in ogni caso poco furba) ma non importato, per capirci, se uno compra all'estero un oggetto eccedente le norme Italiane e il pacco che si fa spedire in Italia, viene controllato dalla dogana Italiana, è il solo compratore a rispondere di importazione illegale di merce pericolosa o semplicemente non a norma, a meno che anche nel paese da cui è partita la merce la stessa ecceda le norme, però lì il problema se lo sbriga la polizia locale, questa è roba spicciola, poi ci sono le organizzazioni criminali che la cosa la fanno in larga scala con rilevanze penali ben superiori, oltre alle norme eccedute c'è la contraffazione e la sofisticazione, quest'ultima, particolarmente pericolosa quando riguarda generi alimentari, profumi, saponi o altri articoli che possono essere più o meno nocivi per la salute...
Meglio una torcia oggi che il buio domani...

Rispondi