[RECENSIONE] Ferrino Multiuso 24 in 1

Rispondi
Avatar utente
Seal1
Messaggi: 64
Iscritto il: 13/09/2013, 22:01

[RECENSIONE] Ferrino Multiuso 24 in 1

Messaggio da Seal1 » 18/11/2018, 15:10

Buongiorno a tutti, vi ripropongo, se interessasse a qualcuno, una vecchia recensione su un attrezzo multiuso della Ferrino veramente molto interessante, versatile e che sto utilizzando tuttora.

---------------------------------------------------------------


Immagine

Uno degli accessori più utili in assoluto...ma di cui quasi nessuno parla: il Multitool.
In questa recensione analizzeremo il Multiuso Ferrino “24 in 1”.

La Ferrino non ha certo bisogno di presentazioni, prestigioso marchio italiano per gli equipaggiamenti da alpinismo ed outdooor in genere, per cui, andiamo subito ad analizzare il suo Multiuso.

Immagine

Il set è composto dalla pinza multiuso, dalle punte cacciavite e brugola e dalla custodia da cintura ed il suo peso complessivo è di 319gr.

Immagine

La pinza è prodotta in acciaio inossidabile, il che la rende realmente molto robusta e resistente alle intemperie.
La sua apertura è la medesima dei coltelli “a farfalla”, infatti la pinza può essere comodamente chiusa su se stessa, diventando lunga 11,5cm. e larga 3,5cm.

Immagine
Immagine

La pinza è una normale pinza a punta stretta, dotata di tronchese, tenaglie e pinza aggraffatrice. Una volta aperta misura 18cm. di lunghezza.
Sul retro dei due manici è presente un decimetro in grado di misurare 22 cm. con misurazione anche in pollici.

Immagine

Prima di analizzare gli utensili, uno ad uno, è doveroso spendere qualche parola sul sistema di ritenzione degli stessi.
La basse di tutti gli utensili è arrotondata e dotata di una scanalatura la quale, una volta raggiunta la leva in metallo composta dalla parte dorsale del manico, blocca l'utensile sulla leva stessa.
Per sbloccare l'utensile è necessario aprire parzialmente un altro utensile al fine di allontanare la leva dalla scanalatura.

Immagine

Analizziamo, quindi, la parte più interessante della pinza, ovvero gli utensili estraibili.
Il primo utensile è un seghetto a doppio filo invertito, veramente molto funzionale. In grado di tagliare comodamente rami di discrete dimensioni.

Immagine
Immagine

Accanto troviamo il punteruolo passacavi.

Immagine

Immagine

Immagine

Ed infine, come ultimo utensile del manico in questione, l'apri bottiglie.

Immagine

Passiamo ora al manico opposto dove troviamo una piccola forbice...

Immagine

...ed il supporto calamitato per le punte di cacciavite e brugole.

Immagine

Le punte disponibili sono 12 di cui: 3 cacciavite piatti, 3 cacciavite a stella e 6 chiavi a brugola.
Le punte possono essere trasportate nel comodo contenitore in silicone o nell'apposito vano della custodia da cintura.

Immagine

La tasca da cintura in dotazione può essere agganciata in orizzontale o verticale (utile per essere attaccata agli spallacci di uno zaino). Le asole posteriori sono fisse ed è necessario infilarvi la cintura.

Aprendo la patella superiore tramite Velcro, si ha accesso al primo vano studiato per contenere la pinza chiusa. A questo punto, è possibile sganciare un bottone a pressione ed avere accesso alla “rastrelliera” dove possono essere inseriti, in apposite ritenzioni elastiche, tutte le punte.

Immagine
Immagine
Immagine
La tasca completamente aperta.

Immagine
Alcune punte nelle loro ritenzioni elastiche.

Immagine
Immagine
La pinza e il set di punte entrano comodamente in una pistol-mag pouch HSGI.

TEST SUL CAMPO
Questa pinza multiuso è stata utilizzata per circa 2 anni e lo è tutt'ora. Si è rivelata estremamente utile in gioco, sia per piccoli settaggi delle asg (come la regolazione dell'altezza del motorino, per esempio) che per altri usi sul campo, ma anche nel comune outdoor, trekking e tutte le attività che prevedano un intervento “manuale”.
La pinza è stata esposta più volte all'acqua ed è rimasta bagnata anche per lungo tempo: questo, per i primi sei mesi, non ha intaccato in alcun modo il metallo, grazie alla copiosa oliatura di fabbrica. In seguito, venuta meno l'oliatura, si sono manifestate piccole zone di ruggine, come è possibile vedere in alcune foto, facilmente asportabili con una corposa pulizia e successiva ingrassatura.
Il comportamento di questa pinza è stato decisamente positivo, solo l'uso della pinza senza guanti, talvolta, può risultare fastidioso a causa dei bordi dei manici, non troppo arrotondati.
Sappiamo bene che, nell'ambito dei Softair, la recensione di un Multiuso “Leatherman” avrebbe suscitato molta più curiosità ed interesse, ma reputiamo anche che questo Multiuso “Ferrino”, dal costo di circa 25€, sia un prodotto molto interessante, sia per il rapporto qualità/prezzo, sia per l'ottima funzionalità dell'oggetto.
In pratica, un accessorio più che utile da portare sempre con sé, con un costo assolutamente abbordabile.

Seal1

Rispondi