Ruike Trekker LD51-B

Rispondi
few218
Messaggi: 4118
Iscritto il: 29/11/2014, 10:48
Località: LT

Ruike Trekker LD51-B

Messaggio da few218 » 28/09/2017, 16:58

Ciao a tutti, oggi vedremo il Ruike Trekker LD51-B, mandatami per l'occasione da Ruike che ringrazio per l'opportunità e la fiducia concessami.

Immagine

CLICCA QUI per andare alla pagina ufficiale del prodotto sul sito Ruike.


Caratteristiche ufficiali prese dalla casa:

- one-hand operatione and lockable blade
- sandvik 12C27 blade material
- G10 knife handle
- locking mechanism
- tungsten steel breaking cone
- pocket clip design


La confezione e gli accessori

Il Trekker LD51-B arriva in una robusta scatola di cartone dove frontalmente è riportato il marchio e il motto della ditta

Immagine

e sul retro sono riportate le informazioni sulla Ruike. Come si può capire, essa è attualmente parte del famoso brand Fenix.

Immagine

Su di un lato invece è attaccato un adesivo che riporta il nome del modello ed il colore delle guancette.

Immagine

Aperta la confezione troviamo il multiuso alloggiato in un vano appositamente sagomato.

Immagine

Una volta estratto tutto dalla confezione, avremmo:

- il Trekker LD51-B
- il foglietto per la garanzia
- il manuale nelle lingue inglese, cinese e spagnolo

Immagine

A seguire, la scansione delle pagine del manuale che potrete comunque scaricare o visionare dal sito Ruike.
N.B. Il manuale raffigura più modelli della casa, quello raffigurato nella seconda pagina è l'LD61, il modello più accessoriato del brand.

Immagine


Il coltello multiuso

Il Trekker LD51-B è tra i più completi coltelli multiuso di casa Ruike e nasce con lo scopo di essere un valido compagno di avventure. Grazie ai suoi numerosi accessori, è utile per svolgere vari compiti in uso outdoor ed è affidabile anche per i piccoli lavori domestici e non.

Come per gli altri modelli della casa, l'acciaio utilizzato è l'inox Sandvik 12C27 (58~59 HRC), acciaio che si trova nei famosi coltelli della Morakniv che ben si prestano negli usi outdoor.
Come per l'acciaio, anche guancette sono dello stesso materiale degli altri strumenti della casa (G10) ma in questo caso sono di colorazione nera. Per chi non lo sapesse il G10 è famoso per offrire un ottimo grip.

Andiamolo a vedere nel dettaglio.

Prima guancetta in G10.

Immagine

Uno dei 2 lati stracolmo di accessori. Si apriranno sia verso destra che verso sinistra.

Immagine

L'altro lato con gli accessori anzi.... l'accessorio (cavatappi).

Immagine

Seconda guancetta in G10, più piccola dell'altra per via del vano per il cavatappi. Su questa facciata è presente anche la pratica clip.

Immagine

Sul fondo è immancabile il piccolo frangivetro il tungsteno.

Immagine

Tutti gli accessori sono stretti quanto basta per scorrere agevolmente e non avere gioco tra i movimenti.

Immagine

La lama dell'LD51-B, come l'LD43 recensito in precedenza, ha un profilo punta drop point e l'apertura è affidata ad un thumb stud che permette di usare, purtroppo, la sola mano destra.
A seguire primo piano della scanalatura nella guancetta che facilita il movimento sul thumb stud.

Immagine

Immagine

Immagine

Su una delle due facciate della lama è riportato il nome del brand

Immagine

mentre sull'altra vi è il nome del modello

Immagine

ed il tipo di acciaio utilizzato.

Immagine

La lama principale è l'unico strumento ad esser dotata di blocco di sicurezza (liner lock). Il blocco è affidabile e il perno non ha giochi evidenti.

Immagine

C'è poi una piccola pinza, dotata di taglia fili, a leva per permettergli la riapertura automatica,

Immagine

Immagine

piccolo cacciavite philips,

Immagine

seghetto per il legno,

Immagine

forbici a leva per permettergli la riapertura automatica,

Immagine

Immagine

punteruolo per il legno/ago per il cuoio con l'aggiunta di spella fili e una chiave chiamata spoke wrench che serve per svitare i bulloncini dei raggi delle biciclette,

Immagine

il taglia cinta dotato di un piccolo piccolo cacciavite piatto da 3mm alla sua estremità,

Immagine

apri bottiglie con un altro cacciavite piatto,stavolta da 6,5mm, un altro spella fili e due piega fili

Immagine

e per finire questo lato, un piccolo accessorio che, una volta estratto, permette di attaccare un lacciolo, un lanyard o un piccolo moschettone.

Immagine

All'estremità opposta a tutti gli accessori sopra elencati, vi è il cavatappi

Immagine

Mentre, nascosta nel manico, c'è la pinzetta

Immagine

che una volta estratta

Immagine

dimostra di essere lunga approssimativamente due terzi rispetto all'intero corpo dell'LD51-B.

Immagine

Ed ecco alcuni test eseguiti su alcuni degli strumenti presenti.
La lama principale,

Immagine

il seghetto,

Immagine

le forbici,

Immagine

Immagine

il punteruolo,

Immagine

la piccola lama ricurva per il cordame,

Immagine

Immagine

il taglia fili delle pinze,

Immagine

lo spella fili del punteruolo,

Immagine

gli occhielli per piegare i cavi,

Immagine

Immagine

Immagine

lo spoke wrench,

Immagine

la pinzetta,

Immagine

il cacciavite philips,

Immagine

la pinza,

Immagine

l'altro cacciavite,

Immagine

e per finire ecco l'LD51-B attaccato ad uno zaino tramite un piccolo moschettone (non incluso) e la clip.

Immagine

Immagine


Dimensioni: pesi ed ingombri

Il LD51-B misura 11,50x2,8x2,6 cm da chiuso (senza tener conto della clip e della punta in tungsteno) e pesa 264 gr.
Per quanto riguarda le dimensioni degli strumenti principali, la lama liscia è lunga 8 cm mentre il seghetto è lungo 8,5 cm.

Paragone dimensionale con il Ruike LD43 e con il Victorinox Huntsman.

Immagine

I due Ruike affiancati hanno la stessa dimensione

Immagine

ma differiscono in altezza visto il numero maggiore degli stumenti equipaggiati sull'LD51-B.

Immagine

Sia la lama principale che il seghetto inoltre, hanno la stessa forma e dimensione in entrambi i modelli.

Immagine

Immagine

Le forbici, al confronto con quella del Victorinox, risulta essere di dimensioni leggermente più generose.

Immagine


Considerazioni personali

Anche questo Ruike Trekker LD51-B si è rivelato all'altezza delle aspettative. L'acciaio utilizzato è sempre l'inox 12C27, che si presta molto ad essere utilizzato per stumenti di questo genere. A differenza del modello precedentemente provato, questo si è rivelato adatto ad un ventaglio di usi leggermente maggiore pur rimanendo un piccolo prodotto. Resta invariata la sensazione di avere un prodotto di qualità fra le mani, visti gli ottimi materiali.

In confronto all'LD43, il peso e lo spessore sono aumentati di poco e ciò ha leggermente penalizzato questo modello. Io che ho una mano di media grandezza mi sono sentito al limite impugnandolo mentre il mio collega, che ha una mano più grande, si è trovato bene. Ma comunque, nell'uso vero e proprio, questo "handicap" è venuto meno.

Tutti gli stumenti sono di facile apertura, tutti gli accessori taglienti (ben affilati direttamente in fabbrica) e nel complesso questo Ruike svolge molto bene i lavori a cui è destinato.
La lama principale è fornita anche di un sistema di sicurezza semplice ma molto affidabile che serra la lama.

Come nel modello precedente non ho difetti gravi da segnalare. L'unica nota negativa è che non è ottimizzato per i mancini, visto che il thumb stud si può azionare solo con il pollice destro.
Per finire, dico che è stato un colpo di genio inserire il piccolo anellino estraibile per un eventuale lanyard o moschettone. Esso ci permette di ampliare a piacimento le possibilità di trasporto del multiuso.


Voi cosa ne pensate? L'acquistereste? Discutiamone insieme

alex74
Messaggi: 1380
Iscritto il: 31/03/2012, 12:40
Località: pistoia

Re: Ruike Trekker LD51-B

Messaggio da alex74 » 28/09/2017, 19:37

ciao few a vederli questi coltelli non sembrano male ma ti vorrei chiedere: che giudizio daresti come qualità di materiali, assemblaggio, dimensioni degli utensili, praticità confrontandoli con i victorinox come per esempio il mio HERCULES che come dimensioni tra l'altro si avvicina a questi 2 modelli?
si dice che avere più di 4 torcie è malattia:"allora sono proprio malato"

Avatar utente
Steve1960
Messaggi: 2346
Iscritto il: 31/10/2015, 15:59
Località: Roma

Re: Ruike Trekker LD51-B

Messaggio da Steve1960 » 28/09/2017, 19:54

A giudicare da quanto costano, non sembrano delle "cinesate", il dubbio appunto è: "A parità di prezzo con i Victorinox, ovvero un marchio una garanzia", ne consiglieresti l'acquisto o è ancora più "salutare" restare su marche o meglio su la "solita" marca sicura?

Vale il discorso di prima, un collezionista certi problemi non se li pone, ma a uno che gli serve il multifunzione "definitivo", gli conviene prenderlo, o è meglio non rischiare andando su una marca che ormai non ha più segreti?
Meglio una torcia oggi che il buio domani...

few218
Messaggi: 4118
Iscritto il: 29/11/2014, 10:48
Località: LT

Re: Ruike Trekker LD51-B

Messaggio da few218 » 28/09/2017, 21:06

I materiali usati sono molto buoni, l'acciaio è quello elencato nella recensione ma per scrupolo chiederò se viene usato anche per gli altri componenti.
Il grip dato dal G10 è molto buono e non è plastica liscia come alcuni Vic. Non dico ottimi solo perchè non li ho testati intensamente per un anno intero. La vic sotto questo punto di vista vince a mani basse, è affermata da molto tempo.

Secondo me la dimensione della lama e del seghetto sono giuste per dei piccoli lavori in campagna o comunque all'aperto, tagliano bene. Con la lama ho anche eseguito del batoning su un legno piccino senza battere con troppa foga sui perni.
Gli altri strumenti bene o male sono della stessa dimensione dei vic.

Circa gli assemblaggi mi sembrano fatti bene, forse è da migliorare il modo di estrarre alcuni strumenti, nel 43 a causa della mia assenza di unghie ho trovato difficile estrarre il punteruolo, ma questi problemi me li porto anche sui vic quindi la colpa non è del multiuso ma mia che mi mangio le unghie. :lol:
In questo 51-b non ho avuto problemi nell'estrazione degli strumenti, i quali non scorrono ne troppo facilmente e ne con troppo attrito.

Ora non conosco il vic hercules ma a grandi linee come dimensioni stiamo li, cambia ovviamente la forma e quella vic mi sembra leggermente migliore ma così senza provarla potrei sbagliare. Come ho detto in fase di recensione ho una mano media e, con questo modello, sono al limite (ciò non significa che l'impugnatura è scomoda, anzi) e, per aprire ad esempio la lama con una sola mano, non sono velocissimo (senza aiutarmi con lo scatto con il polso) mentre il 43 lo sento più mio, non so se mi sono spiegato. Da ricordare che però il mio amico non ha avuto nessun problema data la sua mano più grandicella.

Ovviamente Steve Vic è (indubbiamente) una garanzia perché è il re del settore. Questa Ruike, nonostante sia cinese, se la cava bene. Ne consiglierei certamente l'acquisto.
Ovviamente consiglio solo la linea dei multiusi trekker perché è quella che ha il blocco lama e il thumb stud. Magari andrò contro corrente ma consiglierei un modello con meno accessori tipo il 32-b che, dal mio punto di vista, ha gli accessori giusti per una passeggiata all'aperto e che permette di allestire un piccolo fuoco/mangiare in caso di necessità e, grazie allo spessore minore, è adatto a più mani.
Per compiti meno gravosi o chi ha meno pretese anche gli altri vanno bene, lungi da me l'idea di voler affermare che sono inferiori. Poi per completezza aggiungo che ci sono anche dei coltelli (solo lama) chiudibili o a lama fissa ma a mente mi sembra di ricordare che adottano un altro acciaio.

Attualmente un distributore ufficiale ancora non c'è in Italia, sto vedendo di aiutare Ruike come posso sotto questo aspetto ma Thomas (passionepericoltelli) può procurarli, lui come venditore è una garanzia, se interessati provate a contattarlo. Senza dubbio saprà aiutarvi al meglio.

Rispondi