[RECENSIONE] Olight M1T Raider

Qui trovate le recensioni degli utenti
Rispondi
few218
Messaggi: 4227
Iscritto il: 29/11/2014, 9:48
Località: LT

[RECENSIONE] Olight M1T Raider

Messaggio da few218 » 18/06/2018, 22:43

Ciao a tutti. Ringraziandoli per la fiducia concessami, oggi recensiremo la Olight M1T Raider che mi è stata gentilmente fornita da Olight.

Immagine

Ci tengo a precisare che le mie recensioni sono fatte a livello amatoriale, quindi senza l’ausilio di strumenti fantascientifici o di test in laboratori segreti ed all’avanguardia. Pertanto, tra le righe che seguiranno, ci saranno le mie umili osservazioni ed anche le mie umili opinioni.


Caratteristiche ufficiali:

- unique body knurling. Dense double helix knurling pattern combines functionality and style
- premium beam profile: TIR optic produces a soft and balanced beam which is great for reading on low mode or any close-range illumination
- comfortable tail switch: Features an auxiliary spring hidden under the switch making operations smooth and crisp. Control the mode changing, momentary-on, and constant ON/OFF all through single clicking this tail switch


Dove acquistarla

La Olight M1T Raider è acquistabile facilmente dallo store ufficiale di Olight su Amazon Italia.


La confezione e gli accessori

La M1T Raider arriva nella, ormai, classica confezione in cartone bianca. Sul davanti spiccano soltanto il nome del modello, la scritta "Compact EDC tactical light" ed una foto in scala 1:1 della torcia.

Immagine

Sul retro troviamo la descrizione del prodotto, le sue caratteristiche ed una tabella che riporta le specifiche dei vari livelli in base anche all'alimentazione utilizzata. Sotto alla tabella è riportato il contenuto della confezione, le informazioni sull'azienda e le certificazioni RoHS e CE.

Immagine

Su di un lato vi sono raffigurati i campi di utilizzo consigliati per questo modello

Immagine

e dall'altro lato c'è un QR-code che porta alla pagina del prodotto sul sito web dell'Olight e una scritta che avvisa dei 5 anni di garanzia (i dettagli sono riportati nel manuale).

Immagine

Nella parte superiore c'è un codice a barre che fà capo al codice identificativo del prodotto che è riportato subito sotto.
Segue la linguetta che tiene sigillata la confezione e, per finire, vi è scritto Olight.

Immagine

Tirando via la linguetta ed aprendo la confezione, ci ritroviamo davanti un adesivo giallo che ci avvisa di aprire la torcia e togliere il film protettivo prima di accendere la torcia per la prima volta.

Immagine

All'interno della scatola si trova la torcia ancorata ad un blister in plastica sotto il quale, in un vano apposito, si trovano gli accessori.

Immagine

Estraendo il tutto dalla confezione troveremo:

- la M1T Raider
- una batteria CR123A da 1600 mAh nominali
- la clip metallica da taschino (attaccata alla torcia)
- il lacciolo da polso
- il manuale in diverse lingue

Immagine

Il lacciolo, come gli altri forniti da Olight, ha una piccola coppiglia per agevolarne l'inserimento nell'apposito foro sulla torcia.

Immagine

Ed ecco la scansione del manuale nelle sole parti in inglese ed in italiano.

Immagine


La torcia

La M1T Raider è l'ultima EDC nata in casa Olight. Le dimensioni della torcia le permettono di entrare perfettamente nel palmo della mano e si quasi nascondersi perfettamente quando chiuderemo la mano a pugno.
Possiamo alimentarla con una batteria non ricaricabile di tipo CR123A (inclusa nella confezione) o con una 16340, da acquistare separatamente e da ricaricare a parte dato che la M1T è sprovvista di un circuito di ricarica.
La testa è completamente liscia, sul corpo in lega di alluminio anodizzato sono presenti una doppia zigrinatura a spirale di diverso spessore per migliorare il grip durante la presa e la scanalatura per la clip ad S e, per finire, sul tailcap vi è la zigrinatura per aiutarci quando lo avvitiamo/svitiamo. La clip offre una buona morsa anche sugli abiti più leggeri.
Da questo lato della torcia si trova solo il nome Olight

Immagine

mentre dall'altro si trova la certificazione CE, il nome del modello ed il suo codice identificativo.

Immagine

In testa si trova il classico bezel blu elettrico usato nei prodotti Olight che è a protezione di una lente TIR adagiata su un LED Luminus SST40 dalla tinta CW tendente leggermente all'azzurrino.

Immagine

Osservando la testa di lato si può ben vedere come il bezel sia privo di merlatura e che la lente TIR scenda verso il LED ad esclusione della sua parte centrale dove c'è una cupoletta. La lente TIR non sembra avere un trattamento antiriflesso.

Immagine

Sul tailcap si trova il generoso interruttore meccanico che gestisce la semplice UI. Ha una buona escursione e un click sonoro. L'ampia superficie in gomma ha dei rilievi antiscivolo ed è perfetta per la presa a pugnale.

Immagine

L'interruttore sporge abbastanza dal tailcap e la sua forma non gli permette il tail stand. Da notare come, lateralmente al tailcap, sia stato ricavato il foro per il lacciolo.

Immagine

La prima volta che sviteremo il tailcap dovremo togliere il film in plastica messo a protezione della batteria.

Immagine

La torcia può essere divisa solo in 2 parti. La coda scorre bene grazie alla filettatura ingrassata e, grazie all'anodizzazione, è possibile usufruire del lock-out fisico.
Secondo le specifiche, l'O-ring presente assicura una protezione dai liquidi secondo lo standard IPX8.

Immagine

Al polo negativo troviamo un contatto dorato sporgente ed in grado di ritrarsi all'interno del tailcap.

Immagine

Al polo positivo invece c'è un altro contatto, dalla forma leggermente a spirale, rialzato rispetto alla circuiteria a vista.

Immagine


La batteria

Insieme alla M1T Raider viene fornita una CR123A al Litio (NON Li-Ion) non ricaricabile da 1600 mAh marchiata, ovviamente, Olight. La cella è una button top, ha codice OLB3-123A e, volendo, è anche acquistabile a parte.

Ecco il polo positivo,

Immagine

quello negativo

Immagine

e le varie scritte sulla guaina:

Immagine

Immagine

Immagine


Come funziona

La Olight M1T Raider ha due livelli selezionabili. Non sono presenti livelli speciali.

Secondo i dati ufficiali della Olight, i livelli normali hanno le seguenti caratteristiche:

- Mode 1 -> 500~300 lumens per 4+55 minuti che dureranno 5+120 minuti con la CR123A o 5+65 minuti con la 16340
- Mode 2 -> 5 lumens che dureranno 100 ore con la CR123A o 50 ore con la 16340

Accensione/Spegnimento

Una singola pressione sull'interruttore meccanico farà accendere o spegnere la M1T Raider. Dato che la torcia non è provvista di memoria si accenderà sempre al Mode 2.

Selezione livelli

Dato che la Olight ha utilizzato una nuova UI per questo modello, vi spiegherò come funziona.
Partiamo dal fatto che, una volta accesa, non si potranno ciclare i livelli ma essi potranno solo essere selezionati in 2 modi diversi:
1- nel momento dell'accensione si potrà eseguire una mezza pressione (tap) sul tasto. Ogni singolo tap farà accendere il LED a Mode 2 o 1. Con una pressione completa selezioneremo il livello desiderato.
2- se per qualche motivo si accede al livello sbagliato si deve spegnere la torcia e riaccenderla entro 2 secondi. Passato questo termine la torcia si accenderà di nuovo al livello Mode 2.

Momentary-ON

Vista la possibilità di eseguire dei tap si può sfruttare questa cosa utilizzandola a nostro favore per avere il Momentary-ON sui livelli. L'unica cosa da tenere a mente è che ad ogni tap corrisponde un cambio livello.


Dimensioni: pesi ed ingombri

La Olight M1T Raider è lunga 9,11 cm ed ha un diametro minimo di 1,90 cm ed uno massimo di 2,10 cm.
Pesa 49 gr senza nulla, 65 gr con la CR123A uscita dalla confezione e 67 gr con la 16340.

A seguire, ecco il paragone dimensionale con un accendino BIC grande ed una 18650.

Immagine

Comparativa anche con la Rofis R1 e la piccola Olight S10R Baton III

Immagine

Immagine

e con la M2T Warrior.

Immagine

Immagine

Immagine


Lumen, runtime, candele e beamshot

N.B. Le prove a seguire sono state fatte con la CR123A da 1600 mAh uscita dalla confezione e con una 16340 marchiata Olight da 650 mAh. Il tutto è stato eseguito in un ambiente casalingo a 22° con e senza ventilazione forzata.

I seguenti valori sono stati presi con la 16340 carica e sono da considerarsi di picco.

Immagine

I seguenti valori sono stati presi con la 16340 e con la CR123A cariche e sono da considerarsi di picco.

N.B. Le curve di scarica sono ovviamente indicative, il risultato potrebbe variare in positivo o in negativo a seconda delle batterie utilizzate dall'utente finale o dalle condizioni di utilizzo che possono variare dalle mie durante i miei test.

Le eventuali leggere discrepanze inerenti le prove fatte su uno stesso livello sono da imputare ad un diverso posizionamento dell'attrezzatura di misurazione nei miei test.

Immagine

Immagine

I seguenti valori sono stati presi con la 16340 carica e sono da considerarsi di picco.

Immagine

Tutte le foto a seguire sono state scattate con il bilanciamento del bianco regolato sui 5200k, nella realtà la tinta non è così esageratamente azzurrina.

Questa foto è stata scattata ad una distanza di 40 cm dal muro.

Immagine

Ampiezza fascio.

Immagine

Beamshots al solo livello Mode 1. La linea degli alberi si trova a 25 metri. Lo spill, con lo spot rivolto verso l'infinito sul piano orizzontale, parte da circa 20/30 cm dai piedi.

Immagine

Ne approfitto anche per allegare un breve video che rende meglio l'idea della potenzialità della torcia.




Considerazioni personali

Con questa M1T Raider la Olight pare stia variando leggermente l'estetica ai suoi prodotti, ma che questa rimanga ad una serie in particolare o verrà adottata anche per altri prodotti, al momento resta un mistero.
Devo dire che ho trovato questa doppia spirale molto bella esteticamente e molto particolare al tatto. Ottimo anche il grip.
Dimensionalmente la torcia può essere chiusa perfettamente all'interno del pugno e la presa a pugnale risulta confortevole.
In questo modello vediamo uno stravolgimento della UI rispetto a quelle classiche adottate fin'ora. Troviamo infatti soltanto 2 livelli richiamabili in maniera diversa rispetto alle altre torce. Devo dire che questa nuova UI all'inizio mi ha un pochino spiazzato ma si è rilevata subito buona. L'unico difetto, a mio modesto parere, è il non poter cambiare i livelli avendo la torcia accesa.
L'aggiunta magari di uno strobo facilmente richiamabile e un bezel con un po' più di carattere, l'avrebbero resa una torcia tattica compatta perfetta per via della sua semplicità di utilizzo... Una degna avversaria di un noto brand americano oserei addirittura direi.


Voi cosa ne pensate? L'acquistereste? Discutiamone insieme QUI

Rispondi