Adattatore fatto in casa

Nimh..LiPo...LiIo.....ecc.....
Avatar utente
AlVescu
Messaggi: 1121
Iscritto il: 24/12/2018, 17:25
Località: Gattinara (VC)

Adattatore fatto in casa

Messaggio da AlVescu » 09/03/2021, 15:41

La storia è iniziata un paio di anni fa.
Come adattare una batteria ad un charger in cui fisicamente, perché troppo lunga o troppo larga, non vuol saperne di entrare?
Beh, la soluzione più semplice ed immediata è comprare qualcosa di pronto ed economico come questo Folomov A1 (3,90 € in quel periodo da Nkon).

Immagine

ma non si è dimostrata una gran scelta: i cavi avevano una sezione troppo ridotta per i miei gusti, serviva solo per caricare le Li-Ion e non potevo usare le funzioni dei miei charger. Poi, per essere chiaro, la mia fissa era anche quella di poter caricare (e magari scaricare) le 21700 Olight con i contatti che sappiamo avere.

Allora ho assemblato due cavi elettrici (rosso e nero) con sezione 1 mm2 che avevo per casa, saldando alle quatto estremità dei magnetini al neodimio.
Il risultato è stato che i piccoli magneti hanno perso la loro funzione!
Non so se il forte riscaldamento abbia alterato la loro proprietà o, più semplicemente, la grande massa metallica dei cavi ormai solidali abbia disperso il magnetismo, ma di fatto non si appiccicavano più da nessuna parte.
L'idea era quella di attaccarli ai poli del caricatore da una parte e a quelli della batteria dall'altra.
Peccato che, in aggiunta alla sorpresa qui sopra, abbia fatto la scoperta che i contatti positivi di tutti i miei charger sono indifferenti al magnetismo.
Altra cosa che comunque non andava era la rigidità dei cavi che, su soli 20 cm circa, si faceva sentire in modo esagerato.

Ma la testa è dura, e allora......

Ho comprato dei ganci magnetici con base di 12 mm, un po' di morbidissimo cavo 252 fili da 0,08 mm con copertura in silicone e sezione 1,6 mm2, scaldato il saldatore e via.

Immagine

Immagine

Al positivo utilizzo un piccolo magnete al neodimio per essere certo di avere una ridotta superfice di contatto, adattandolo quindi anche alle button top e alle Olight col polo incassato.

Immagine

Immagine

Il magnete al neodimio che ho scelto di usare ha un modesto spessore: 1 mm, quanto basta.

Immagine

Immagine

Tutta questa storia quale semplice contributo all'inventiva di chi vorrà fare di meglio.
Ultima modifica di AlVescu il 09/03/2021, 15:55, modificato 3 volte in totale.

Avatar utente
Mrmm83
Messaggi: 285
Iscritto il: 29/11/2019, 12:10

Re: Adattatore fatto in casa

Messaggio da Mrmm83 » 09/03/2021, 15:45

Ottimo contributo!

Inviato dal mio SM-G985F utilizzando Tapatalk


Avatar utente
Hakyru
Messaggi: 2620
Iscritto il: 24/02/2011, 18:55
Località: Porto San Giorgio

Re: Adattatore fatto in casa

Messaggio da Hakyru » 09/03/2021, 16:52

Hai fatto un bellissimo lavoro,bravo! :ok:

Avatar utente
Gott
Messaggi: 219
Iscritto il: 02/08/2020, 8:46
Località: Varallo (VC)

Re: Adattatore fatto in casa

Messaggio da Gott » 09/03/2021, 19:48

Grandioso!
Allora non sono l'unico che si diverte a smanettare in garage!
Complimenti!
L'arsenale: Fenix RC09 & TK15,
Sofirn IF25, IF25A, SP31 2.0, SC31 pro, SP40, BLF LT1,
Wuben C3,
un bancale di Fulton MX-991/U ultramodificate...
Più qualche dozzina di cinesate anonime ed economiche per giocare al chirurgo :P

Avatar utente
Bullmaster
Messaggi: 277
Iscritto il: 09/12/2019, 19:12
Località: Roma

Re: Adattatore fatto in casa

Messaggio da Bullmaster » 09/03/2021, 20:12

Ottimo lavoro! :ok:
Olight: M2X-UT Javelot, M2R Warrior, Perun, S1R Baton II, PL-mini2 Valkyrie, i5T, i3UV eos, i1R2 eos, Imalent MS03W, Astrolux MF04, MF02, A02, Manker E03H, Inova X5, Maglite 2D(Led), Led Lenser K1, Sofirn C8F, SD01, SD05, Wuben H1, C3.

Avatar utente
Alien
Messaggi: 4533
Iscritto il: 24/02/2011, 14:23

Re: Adattatore fatto in casa

Messaggio da Alien » 10/03/2021, 16:49

Bel lavoro!
Ottimo sistema per ricaricare le ostiche Olight
Quando mi vedete così sono nelle vesti di Admin
Quando mi vedete così sono un utente come tutti.

Faendal
Messaggi: 553
Iscritto il: 30/11/2013, 10:48

Re: Adattatore fatto in casa

Messaggio da Faendal » 10/03/2021, 17:09

Bella trovata, bravo!

Avatar utente
AlVescu
Messaggi: 1121
Iscritto il: 24/12/2018, 17:25
Località: Gattinara (VC)

Re: Adattatore fatto in casa

Messaggio da AlVescu » 10/03/2021, 18:40

Mi sento lusingando. Grazie per gli apprezzamenti

Avatar utente
Steve1960
Messaggi: 3324
Iscritto il: 31/10/2015, 14:59
Località: Roma

Re: Adattatore fatto in casa

Messaggio da Steve1960 » 10/03/2021, 20:17

AlVescu ha scritto:
09/03/2021, 15:41
Non so se il forte riscaldamento abbia alterato la loro proprietà o, più semplicemente, la grande massa metallica dei cavi ormai solidali abbia disperso il magnetismo, ma di fatto non si appiccicavano più da nessuna parte.
Non è ne il calore ne la grande massa metallica, ma è la punta del saldatore che quando "funziona" ci passa la corrente, che ha un suo campo magnetico, se per "caso" è orientato in maniera inversa a quello del magnete lo "demagnetizza", all'epoca dei registratori a cassette, qualche "temerario" usava "appunto" la punta del saldatore, per smagnetizzare le testine del registratore, ovviamente era meglio acquistare "l'apposito" marchingegno, che non scalda ovviamente, così non rischi di squagliare nulla, in qualche cassetto devo ancora averlo, non lo cerco perché ogni volta che ne apro uno, escono fuori delle torce, che non mi ricordavo neanche più di avere e che magari ho ricomprato per sbaglio... :stralol: :stralol: :stralol:

Carino il marchingegno, mi piace l'idea della falsa batteria da inserire nel charger, mentre non mi piace il connettore "cinesotto", che da alcuni test fatti dai soliti "testatori" di turno, dicesi "magnare" un po' di corrente, boh non lo so se è vero, ma per sicurezza meglio roba Tedesca che Cinesotta, tipo gli originali Wago, anche se per adesso non ci sono i connettori come quelli che hai usato tu, dovrebbero uscire a breve, puoi usare nel frattempo il modello 221-412... :14: :14: :14:

SMAGNETIZZATORE PER ELIMINARE IL MAGNETISMO DELLE TESTINE DEI REGISTRATORI--->

Immagine

Connettore Wago 221-412--->

Immagine
Meglio una torcia oggi che il buio domani...

Avatar utente
occhiodifalco
Messaggi: 783
Iscritto il: 05/11/2014, 23:18
Località: Rovigo

Re: Adattatore fatto in casa

Messaggio da occhiodifalco » 11/03/2021, 21:02

Compimenti Al Vescu, bel lavoro, davvero ingegnoso.
Per quanto riguarda la smagnetizzazione, se erano magneti al neodimio di tipo N (i più diffusi) penso che più che la corrente possa essere stato proprio il calore: mi era successa la stessa cosa scaldandone uno per pochi secondi con una fiamma, quindi corrente non ce n'era.
Maggiori informazioni in questa pagina.
Almeno l'italiano sallo!

Rispondi