Il forum italiano degli appassionati di torce elettriche e illuminazione

Oggi è 22/09/2017, 15:33
http://www.miboxer.com/

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


nitecore



Apri un nuovo argomento Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Recensione Olight S2R Baton
MessaggioInviato: 22/12/2016, 2:06 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/05/2014, 16:28
Messaggi: 1206
RECENSIONE OLIGHT S2R Baton

Immagine

La torcia mi è stata inviata da Olight allo scopo di redigere una recensione.

Scheda tecnica:

Cita:
Cree XM-L2 LED
Includes a 3200mAh 18650 rechargeable lithium battery
The flashlight can be charged through the magnetic contact charging port (other batteries may alsobe used in S2R, but cannot be charged)
New 750mA portable USB charging cable
Compatible with new OLIGHT desktop USB charging dock (optional accessory)
Flat tailcap with strong magnet that allows it to be secured to ferrous metal surfaces as a hands-free
worklight
Pouch included for better storage and organization of cables and the flashlight
Lockout mode can be activated on the side switch for accidental triggering protection, along with a low-voltage indicator underneath
Quick access to turbo mode: Simply double click the side switch to enter.
Reverse polarity protection circuits
Timer Setting: Short (3 minutes) and long (9 minutes)
The standby current is below 10uA



Imballaggio ed accessori

Immagine

Immagine

La Olight S2R arriva all'interno di una scatola in plastica trasparente, ottimamente progettata, che da la possibilità di vedere già la torcia senza aprire la scatola. Sono impresse esternamente le caratteristiche peculiari insieme alle specifiche tecniche.

Immagine

Immagine

Una volta aperta la scatola si presenta un foglietto che illustra le modalità per disassemblare correttamente la confezione ed estrarre il film protettivo che evita il parasitic drain possibile con batteria già inserita.

Immagine

Immagine

Il corredo della S2R comprende oltre alla già inserita 18650 proprietaria da 3200 mAh il foglio illustrativo comprensivo di lingua italiana, il cavo USB con terminale magnetico per la ricarica, un ottimo lanyard (con tanto di spillo per facilitarne l'inserimento) e un sacchetto in simil velluto marchiato Olight con chiusura a laccioli. La scatola è stata studiata in maniera ottima per consentire a tutti gli accessori di occupare il minor spazio possibile mantenendo comunque la giusta organizazzione.

Caratteristiche costruttive

Immagine

Immagine

La Olight S2R si presenta come una compatta EDC alimentata da una 18650 dall'estetica sobria e funzionale. E' integrata in questo modello la modalità di ricarica a contatto magnetico ormai tratto distintivo di Olight.

Immagine

La Olight S2R presenta da un lato il simbolo e l'indicazione della casa costruttice.

Immagine

Dal lato opposto abbiamo l'indicazione del modello appartenente alla serie Baton con chiara già dalla “r” nella nomenclazione la presenza della ricarica integrata. È inoltre presente il numero di serie dell'esemplare.

Immagine

In testa alla S2R abbiamo un accento di anodizazzione blu del bezel che circonda la particolare lente TIR ibrida che determina la propagazione luminosa del xm-l2 nascosto sotto di essa.

Immagine

In foto un confronto dimensionale con Zebralight SC52 e Nitecore MH20.

Immagine

In foto con Victorinox CyberTool.

Immagine

In foto un confronto tra la Olight 18650 3200 mAh, compresa nel bundle, una LG Mj1 ed una Panasonic NCR18650B protetta.

Le dimensioni

Lunghezza: 105 mm
Diametro testa: 23,1 mm
Diametro corpo: 21,7 mm
Spessore corpo: 1,5 mm
Peso: 53,1 gr (senza batterie)
Lunghezza cella: 68,8 mm
Peso cella: 50,2 gr


sono tipiche di una EDC 18650 che comunque rimane compatta vista la presenza della ricarica integrata. La lunghezza della cella avente un button top non troppo sporgente è comune ad altre 18650 protette.


Immagine

La porzione frontale del corpo della S2R si divide in una parte completamente liscia dove all'interno è allogiata la lente ed una a forma di dado esagonale ove è presente il tasto elettronico. Tali sfacettature evitano il rotolamento della torcia se appoggiata su superfice piana.

Immagine

Immagine

La Olight S2R non è dotata del classico riflettore ma di una lente Total Internal Reflection (TIR) ibrida con una forma conica che si chiude intorno ad una piccola cupola. La forma di questa lenta è alquanto particolare e si differenzia dalle usuali lenti tir in commercio; tale distinzione aiuta comunque a generare, come vedremo in seguito, un fascio equilibrato tra throw e flood. Tale lente è circondata da un bezel anodizzato blu che sporge in misura impercettibile dal corpo.

Immagine

Immagine

Il tasto che si occupa di gestire la UI è in gomma piacevole al tatto e non sporge in modo evidente dal corpo. La resistenza alla pressione è indovinata e non permette facilmente accensioni accidentali, vista la presenza nella parte esagonale del corpo, l'individuazione del tasto è immediata. All'interno dell'interrutore è posto un indicatore luminoso rosso visibile quando la capacità della cella è prossima ad esaurirsi.

Immagine

L'impugnatura presenta una “quadrettatura” molto definita che aiuta in una presa sicura della torcia. L'anodizazzione HAIII è ottima ed omogenea sintomo degli alti standard qualitativi di Olight.

Immagine

Immagine

Immagine

Il tailcap della S2R presenta, al fine di agevolarne lo svitamento, la stessa lavorazione del corpo.
In fondo è visibile il connettore utile per la connessione alla base di ricarica che è tenuta in sede grazie all'anello magnetico il quale svolge anche l'utile funzione di attaccare la torcia a superfici metalliche.
Una fresatura nel tailcap svolge la funzione di foro per la giunzione di laccioli e lanyard.

Immagine

La Olight S2R si mantiene stabile in tailstand vista la base piatta. Una clip deep carry è presenta e permette di trasportare in modo sicuro la torcia con la testa rivolta verso l'alto.

Immagine

Immagine


La batteria va inserita nella Olight S2R con il polo negativo verso il led in maniera quindi contraria alla stragrande maggioranza delle torce. Il catodo della torcia è dotato di molla mentre l'anodo di un particolare connettore per la ricarica della cella. Tale connessione combacia con la testa della cella proprietaria che contiene sia il polo positivo che quello negativo necessari per la ricarica.

Immagine

La filettatura a sezione quadrata è anodizzata e quindi un lock-out fisico è possibile svitando di un quarto di giro il tailcap.

Immagine

Immagine

L'alimentazione della Olight S2R è in formato 18650 e come evidenziato dalle connessioni solo celle button top sono, come quella proprietaria, ammissibili. La cella, la quale presenta sia il polo positivo che il negativo da un lato, va ricaricata solo nella S2R al fine di evitare corti se ricaricata con un caricabatterie tradizionale.
Ne consegue che altre 18650 sono utilizabbili nella S2R ma non sono ricaribili con la ricarica integrata.

Immagine

Immagine

Immagine

Il cavo per la ricarica della S2R possiede ad una estremità un normale connettore USB mentre dall'altro capo abbiamo un disco con attacco magnetico ed i necessari connettori per la ricarica. Il cavo è piatto, consentendo così di occupare meno spazio quando avvolto.

Immagine

Immagine

Immagine


Una volta collegato l'adattatore magnetico alla S2R un indicatore luminoso denota se rosso la fase di ricarica mentre se verde l'avvenuta operazione. Collegando la base di ricarica ad un amperometro/voltmetro USB è possibile confermare che la corrente di ricarica è stabile e pari a 0,75 A per poi calare quando l'operazione si avvia allla conclusione.

Immagine

Immagine

La torcia è comoda da impugnare sia in modalita standard che “a pugnale”.

User Interface

Immagine

La User Interface è molto intuitiva con pratici accessi diretti al livello Moon e Turbo: è necessario un click per accendere e spegnere la torcia e basta tenere premuto lo switch per ciclare tra i vari livelli. Interessanti aggiunte sono lo spegnimento temporizzato (3 o 9 min) e il blocco elettronico oltre all'utile strobo.

b]Beamshot[/b]

-Wallshot del livello Turbo eseguito su parete bianca a circa 75 cm di distanza con fotocamera a circa 1,25m a diversi tempi di esposizione con apertura f2,8

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Dai beamshot si evince che la Olight S2R è una torcia prevalentemente flood ma che possiede, osservando l'hotspot centrale, una discreta propensione al tiro tenendo conto anche del led e della tipologia della torcia.


-Beamshot esterni del livello Turbo da due punti di ripresa per valutazione spot e spill.
Rifermento albero in fondo 50m, altezza cavalletto 1,2m.


Immagine

Immagine

Immagine

-Beamshot esterni dei livelli high,medium e low.

Immagine

Immagine

Immagine

Nell'uso reale la torcia si dimostra una EDC dal fascio bilanciato che permette di vedere bene ai propri piedi e frontalmente in modalità turbo per 70m abbondanti. Questa tipologia di fascio generato dalla particolare lente TIR non presenta distinzioni marcate tra spot e spill.
La spaziatura dei livelli è indovinata con livelli sfruttabili per svariate situazioni, un livello medio per molte ore di runtime ed un livello moon come luce di cortesia.

Led e Tinta

Il led xm-l2 è in tonalità cool white senza particolari tonalità dominanti.
La temperatura colore percepita, non eccessivamente fredda , è valutabile ad occhio intorno ai 6000 K.

Performance

Immagine

Misurazioni fornite da Olight.

Immagine

Dalle misurazioni effettuate si riscontra un'assonanza con i dati della casa.

*La determinazione dell'output luminoso dei livelli è stata fatta tramite il metodo del “ceiling bounce” comparando la torcia con una di cui sono reperibili in rete misurazioni con sfera integratice da recensori indipendenti.
Data la natura della misurazione i valori mostrati sono da intendersi come indicativi.

**La misurazione del peak beam intensity è stata effettuata ponendo a ?m la torcia dal sensore del luxmetro in modalità “peak” e ruotando l'hotspot intorno al rilevatore. La misurazione è stata moltiplicata per il quadrato della distanza ottenendo il valore in cd.
La gittata in metri è stata ottenuta dividendo il valore espresso sopra per 0,25 lux e mettendo tutto sotto radice quadrata.
Il luxmetro è un Dr Meter LX1330B.


Immagine

Immagine

Test svolto senza ventilazione forzata ad una temperatura pari a 14°C.
Il test del livello turbo con l'utilizzo della Olight 18650 3200 mAh fornita insieme alla torcia ha generato un runtime di 2,5 minuti entro cui l'intensita luminosa è scesa al 50% del valore iniziale.
Il runtime completo è stato condotto fino ad una lettura pari al 3% del valore iniziale raggiunte le 3 ore dall'accensione
A fine test la tensione della cella era a 2,72V.


All'accensione la luminosità aumenta in una sorta di “ramping” raggiungendo il valore di picco a circa 2 minuti ( circa un 5% in più dall'accensione) dopodiché avviene uno stepdown che dimezza la luminosità iniziale.
La curva di scarica risulta quindi piatta per circa 2h20min allorché l'andamento della stessa muta in direct-drive per altri 40 min.
La temperatura durante il test è salita massimo ad un valore di 34 C° calando al calare della luminosità a fine test.

Considerazioni finali

PRO

+ Costruzione Eccellente
+ UI intuitiva
+ Dotazione completa
+ Calamita al tailcap e clip deepcarry.


CONTRO

- Impossibilità di ricarica integrata, oltre alla 18650 proprietaria, di altre celle.


Ne parliamo QUI


Top
 Profilo  
 
www.survivalshop.it
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 1 messaggio ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  

Olight X7R




Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010